La comune rurale – Amazzonia

cam01007

Riceviamo e volentieri pubblichiamo:

I villaggi indiani sparsi nell’Amazzonia si contano a centinaia, isolati l’uno dall’altro dalla foresta e pressochè autonomi.

La vita, in genere, è comunitaria.

La sessantina di abitanti vive nelle malocas che circondano la “piazza”, grandi capanne coperte di fronde di palma e ospitanti ciascuna tre o quattro famiglie.

Di proprietà individuale sono tutt’al più la zucca vuota o la pentola, qualche attrezzo da caccia e gli ornamenti da polso e da caviglia che costituiscono il vestiario.

Ma la terra lavorata in comune e i suoi frutti sono beni collettivi.

I compiti quotidiani vengono assegnati la mattina e il capo, consulente e cordinatore del villaggio, interviene per sedare ogni eventuale alterco.

Mentre gli uomini si sparpagliano nella foresta per cacciare e raccogliere erbe e frutti, alcune donne coltivano i magri appezzamenti, altre restano nel villaggio e preparano il cibo, tessono e badano ai bambini.

I contatti con gli insediamenti limitrofi si limitano a qualche occasionale festa e agli sporadici scambi in natura.

cam01008

Veduta aerea di un villaggio d’indiani Waura nella regione dello Xingù, a sud dell’Amazzoni, con le malocas intorno a una radura.

cam01009

Donne della tribù Maku, insediata sul Rio Negro, preparano una grezza farina bianca battendo, grattugiando e setacciando la noce del cocco pupunha.

Impiegano lo stesso metodo per trattare la radice di manioca, solo che prima di batterla ne spremono il letale acido prussico.

Una giovane donna Waura, servendosi d’un telaio verticale, annoda il filo di cotone intorno a trecce di fibra ricavate dalle foglie di palma per fare un’amaca, il tradizionale giaciglio indiano.

Le amache vengono appese ai pali nelle malocas.

Al telaio tessono anche gli anelli per le caviglie e i cinti ornamentali.

Gli Indiani non portano indumenti e vanno fieri della loro nudità, che le donne spesso mettono in risalto depilandosi il pube e a volte anche le sopracciglia.

cam01010

tratto dal libro L’Amazzonia – Le grandi distese selvagge di Tom Sterling

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...